top of page

Le alghe: alimento nella vita di tutti i giorni


Introduzione


Nel precedente articolo abbiamo parlato del progetto Ulisse - L’alga italiana; in questo secondo pezzo, vogliamo invece introdurre quali sono le proprietà delle alghe. Le alghe hanno infatti caratteristiche intrinseche che le rendono molto salutari dal punto di vista sia nutrizionale sia ambientale. Parliamo quindi adesso dell’utilizzo delle alghe come alimento nella vita di tutti i giorni.



Le alghe: prodotto alimentare sostenibile


Le alghe sono un prodotto alimentare rispettoso dell’ambiente in quanto il loro accrescimento provvede a svolgere svariate funzioni ecologiche, senza causare alcun tipo di inquinamento ambientale.


La presenza di sostanze quali azoto e fosforo, provoca un cambiamento nel colore delle acque marine e la loro perdita di trasparenza; d’altro canto, questi elementi rappresentano un’ottima fonte di nutrimento per le alghe. Ecco quindi che la crescita di alghe marine, ha un duplice vantaggio: si tratta di una risorsa di grande valore per molti utilizzi, che crescendo provvede ad abbassare la carica in eccesso di azoto, fosforo e sostanze simili, nell’acqua in cui si trova. Le alghe assorbono cinque volte l’anidride carbonica che sono capaci di assimilare le piante terrestri e se aggiunte ai mangimi, limitano l’emissione di gas serra da parte dei capi di bestiame.




Le alghe: super-alimento


Parliamo di un super-alimento per la naturale ricchezza di qualità nutrizionali delle alghe: approfondiamo il tema.


Da alga ad alga le proprietà nutrizionali differiscono, motivo per il quale partiremo dalle alghe in generale, e ci soffermeremo poi brevemente su alcune specie di alga presenti in Adriatico e le loro proprietà nutrizionali. Caratteristica importante delle alghe è che sono composte per la maggior parte da acqua, se consumate fresche, ma ancora più interessante è la natura di tutte le altre sostanze in esse contenute.


Le alghe sono infatti ricche di proteine (ne contengono più della soia), di carboidrati e soprattutto di sali minerali e oligoelementi come iodio (da cento a mille volte in più rispetto agli ortaggi), ferro e calcio (di più rispetto al latte). Ma non è finita qui: in questi vegetali marini, le vitamine sono presenti in grandi quantità e varietà: B1, B2, C e B12 oltre che gli Omega3. Componente particolarmente interessante è poi l’algina: si tratta di un acido ricco di sali in grado di eliminare dall’organismo numerosi metalli pesanti e molte altre sostanze tossiche.


Insomma, le alghe sono un toccasana nell’alimentazione, ma quali sono le proprietà specifiche delle alghe adriatiche?



L’Ulva lactuca e la Gracilaria


Come vi abbiamo già anticipato nell’articolo Ulisse - L’alga italiana: progetto di economia circolare, l’Ulva lactuca è un’alga verde, che è molto facile trovare lungo i litorali adriatici mentre la Gracilaria è un’alga rossa.


L’Ulva lactuca e la Gracilaria differiscono per colore e di conseguenza per la profondità a cui crescono ma sono entrambe composte per la maggior parte da acqua e per la restante parte hanno un alto contenuto di proteine e di fibre, tutto ciò a fronte di pochissimi zuccheri. L’apporto calorico, a fronte di tutte queste eccelse proprietà, è poi assai ridotto: l’Ulva lactuca e la Gracilaria non fanno ingrassare!



Ulva e Gracilaria, assieme al Codium, sono le alghe che più popolano il Mar Adriatico: non sono le uniche ma è importante sottolineare che non tutte le alghe si trovano ovunque. Alghe come la Wakame o la Nori sono tipiche di zone dalle caratteristiche molto diverse dal nostro mare. Ci capiterà tuttavia, nel corso dei nostri articoli, di citarle a titolo esemplificativo di alcuni utilizzi, dal momento che sono tra le alghe asiatiche più conosciute e di conseguenza tra le tipologie più utilizzate, essendo l’Asia la culla della valorizzazione delle alghe.



Sintesi


In questo articolo vi abbiamo parlato delle proprietà nutrizionali generiche e specifiche di alcune alghe, soffermandoci in particolare su Ulva e Gracilaria, che sono tra le specie dominanti in Adriatico e quindi nel nostro mare. Abbiamo poi brevemente trattato delle ottime altre sostanze di cui le alghe sono ricche e accennato ai loro benefici.


Prossimamente vogliamo iniziare un capitolo in cui, di articolo in articolo, vi parleremo dei diversi utilizzi delle alghe attualmente presenti e di varie realtà imprenditoriali che li hanno realizzati e continuano a lavorare tutt’ora.


Potete trovare altri contenuti sul Progetto e sul suo stato di avanzamento su questo blog, sul nostro sito e sui nostri canali social.

Se avete domande o suggerimenti, siamo sempre molto contenti di conoscerli.



Grazie per l’attenzione e al prossimo articolo!



Ulisse



Autore: Lisa Mustone

Contributo tecnico-scientifico: Valentina Romboli


68 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page